Natale a casa con Toto e Pepe è un albo illustrato a tema natalizio che mi ha fatto ripiombare nei profondi anni Ottanta, quando avevo più o meno 10 anni e Natale voleva dire (in ordine sparso): tavernetta, abete vero addobbato con le palline di vetro, caminetto acceso, mele infilzate di chiodi di garofano a centrotavola, bucce di mandarini a seccare sui caloriferi, nonni, zii e cugini in giro per casa H24.

Protagonisti sono Toto e Pepe (Toot & Puddle in lingua originale), i due maialini di tante storie scritte e illustrate da Holly Hobbie.

A voi bambine negli anni ’80 il nome forse non dice nulla, ma sono certa che ricordate un altro suo personaggio famoso: Blue Girl, la bimba col vestito patchwork e il largo cappello, grande amante dei gatti, che si trovava stampata ovunque, dalla carta da lettere ai quaderni di scuola!

In questo albo illustrato, Holly Hobbie ci regala una storia natalizia tenera e divertente, capace di far vivere ai più piccoli l’atmosfera magica dell’attesa. Una lettura perfetta per la sera della Vigilia, insomma.

Il riassunto

Clicca sull’immagine per comprare l’albo illustrato

Pepe è a casa, a Boscofitto, e si prepara a trascorrere il Natale insieme a Toto, il suo migliore amico.

Natale è ormai alle porte e Toto, che si trova a Edimburgo, scrive una cartolina a Pepe per annunciare la sua partenza. Non prima però di essere passato a fare gli auguri alla pro pro zia Penelope che ha compiuto 100 anni!

La zia, per ricambiarlo del pensiero gentile, gli fa un dono speciale: una noce portafortuna, che Toto infila in tasca.

Intanto, a Boscofitto, Pepe fa di tutto per preparare una perfetta atmosfera natalizia: allestisce l’albero di Natale, cucina la torta preferita di Toto e apparecchia la tavola a festa.

A causa di una improvvisa tormenta di neve, il viaggio di Toto si rivela più difficile del previsto. L’aereo parte in ritardo e, una volta arrivato a Boston, Toto scopre che i mezzi di trasporto sono fermi.

Si incammina a piedi per Boscofitto ma la tormenta non gli dà tregua e la neve è davvero troppo alta. Triste e infreddolito, si rannicchia ai piedi di un albero e mette le mani in tasca per scaldarsi un po’.

E’ allora che trova la noce portafortuna che gli ha donato zia Penelope e esprime un desiderio:

E’ la Vigilia di Natale, come desidererei essere a Boscofitto!

All’improvviso un tintinnio riecheggia nel bosco e due fari gli vengono incontro. Chi sarà?

La mia recensione

Non vi racconto il finale del racconto, perché mi piacerebbe che la sera della Vigilia lo leggeste ai vostri bambini. Vi dico, però, che la notte di Natale è la notte più magica dell’anno e tutto può accadere!

Natale a casa con Toto e Pepe è una storia natalizia che affronta la tematica dell’attesa in relazione all’amicizia. Man mano che passano i giorni dell’Avvento l’atmosfera è sempre più elettrizzante ma, in fondo in fondo, c’è anche la preoccupazione di non poter trascorrere questo giorno speciale con gli affetti più cari.

L’albo è quadrato, un formato che a me piace sempre molto. La copertina e le illustrazioni ad acquerello sono in perfetto stile natalizio: nelle tavole che descrivono gli interni predominano il rosso, il giallo e il verde e toni caldi, in contrasto con le tavole che illustrano gli esterni, in cui il niveo candore della neve e il buio delle notti d’inverno la fa da padrone.

Le parti scritte non sono eccessivamente affollate e veicolano ai piccoli lettori il messaggio tipicamente natalizio: l’importanza della pace, della fratellanza, dell’amicizia.

La scheda editoriale

  • Titolo: Natale a casa con Toto e Pepe
  • Autrice e illustratrice: Holly Hobbie
  • Casa editrice: Fatatrac
  • Età di lettura: 3-4 anni
  • Consigli di lettura: a grandi e piccini che vogliono riflettere sul significato dell’attesa e sull’importanza di trascorrere il Natale con chi si ama.

Se vi ho incuriosito e volete leggere Natale a casa con Toto e Pepe, potete cercarlo nello scaffale basso delle biblioteche pubbliche e chiederlo in prestito.

In alternativa, potete acquistarlo su Amazon https://amzn.to/32HeVXg.