Noi due (Nosotros) è un albo illustrato di Paloma Valdivia, che descrive il legame indissolubile tra figli e genitori e, più nello specifico, tra ogni bambino e la sua mamma. L’autrice lo dedica a tutti coloro che hanno vissuto questo legame semplice e profondo, che resiste al passare del tempo.

La storia è narrata da una mamma e racconta di un “prima” e di un “dopo”. Nella prima parte dell’albo illustrato la mamma vede il proprio bambino come una parte di sé, una appendice, e sogna che questo legame speciale duri per sempre.

Ma, come è naturale che sia, arriva un giorno in cui il bambino si scopre individuo e sente il bisogno di staccarsi dalla mamma per iniziare ad essere autonomo.

noi due
Clicca sull’immagine per comprare l’albo illustrato

Il riassunto

Seduti su un’enorme poltrona rossa, una mamma e il suo bambino si guardano negli occhi. La mamma abbraccia il figlio e il bambino le accarezza una guancia.

La mamma, sorridendo, inizia a raccontare:

Se io fossi una pecora, tu saresti un agnello.
Se io fossi una cavalla, tu saresti un puledro.

Il gioco narrativo del “se fossi” continua passando in rassegna mamma-orsa, mamma-pesce, mamma-talpa, mamma-coniglia e i loro rispettivi cuccioli.

Ma in un giorno d’autunno, il coniglietto deciderà di lasciare la tana e di partire alla scoperta di se stesso e del mondo. Mamma-coniglia lo guarderà andarsene e non sarà facile.

Passerà un inverno freddo e lungo, poi sarà primavera e infine tornerà l’estate. L’attesa del ritorno del suo cucciolo sarà interminabile per mamma-coniglia.

Infine, arriverà il giorno in cui la madre e il suo bambino potranno riabbracciarsi, ma, quel giorno, non saranno più gli stessi di prima. Il cucciolo di coniglio sarà cambiato e anche mamma-coniglia sarà diversa. Non saranno più uno lo specchio dell’altra, ma due persone diverse e distinte, ognuna con il proprio vissuto e il proprio bagaglio di esperienze.

Ma anche se il loro aspetto esteriore sarà mutato e avranno fatto esperienze diverse, il modo di guardarsi negli occhi e di sorridersi, perché mamma e figlio sono uniti per tutta la vita da un legame che supera le barriere dello spazio e del tempo.

Quell’amore indissolubile li porterà a essere di nuovo e sempre Noi Due.

La mia recensione

Paloma Valdivia è nata in Cile nel 1978. Ha studiato design alla Pontificia Università Cattolica e ha perfezionato gli studi in illustrazione creativa in Spagna, presso la Eina School of Art and Design di Barcellona. Attualmente tiene il corso di “Illustrazione e Narrativa Autobiografica” alla Pontificia Università Cattolica del Cile, ma la sua passione sono i libri illustrati per bambini.

Noi due è un albo illustrato poetico che racconta in modo semplice e commovente il legame speciale che unisce una mamma al suo bambino.

Le illustrazioni geometriche, pulite, essenziali ci raccontano l’essenza di questo amore partendo dall’umano e prendendo in prestito elementi del regno naturale e animale.

Nel frontespizio incontriamo i primi Noi-Due: sono un bruco e una farfalla. Poi nel corso della storia incontreremo la pecora e l’agnello, la cavalla e il puledro, l’orsa e l’orsacchiotto, i pesci, le talpe e i conigli.

In ogni tavola c’è un elemento che anticipa la tavola successiva e funge da trait-d-union delle parti della storia. Nella prima tavola, ai piedi della poltrona su cui siedono la mamma e il bimbo ci sono dei gomitoli di lana, che anticipano i protagonisti della tavola successiva: la pecora e l’agnello. Nella tavola dedicata a mamma-pecora e al suo agnellino c’è un giocattolo a forma di cavallo, che anticipa i protagonisti della tavola seguente, la cavalla e il puledro e così via fino al momento della cesura.

E un giorno te ne andrai

Ancora una volta l’autrice ricorre alla natura per rappresentare il tempo che mamma e figlio trascorrono separati: un lungo e freddo inverno, una nuova primavera e una torrida estate, durante le quali un bruco si trasforma in crisalide e poi finalmente in farfalla.

Questa trasformazione, ancora una volta, anticipa la trasformazione che mamma e figlio avranno subito durante la loro lontananza.

Quando i due si ritroveranno, mamma-coniglia sarà diventata un fragile passerotto e il tenero coniglietto si sarà trasformato in un possente cervo.

Ma al di là del tempo trascorso e dei cambiamenti, il legame tra mamma e figlio non avrà subito nessuna trasformazione. L’amore materno non ha paura delle distanze e del tempo che passa, perché è più forte di ogni altra cosa.

La scheda editoriale

  • Titolo: Noi due
  • Autore: Paloma Valdivia
  • Editore: Fatatrac
  • Età di lettura: dai 4 anni
  • Consigli di lettura: a tutti i bambini che stanno vivendo la fase del “noi due” e a tutti gli adulti che vogliono ricordarla

Se volete leggere Noi due di Paloma Valdivia, potete cercarlo sugli scaffali della sezione ragazzi delle biblioteche pubbliche e prenderlo in prestito. In alternativa, potete acquistarlo su Amazon, sul sito di Fatatrac, negli store online di libri e naturalmente in libreria.