Papà Cuoredimela dell’illustratore belga Klaas Verplancke è un albo illustrato meravigliosamente dolce dedicato a tutti i figli e ai loro papà. Nel frontespizio dell’albo (color verde mela, ovviamente) proprio sotto al titolo c’è la dedica dell’autore, che recita così: “Il mio papà è stato un dono: quando sono nato c’era già ed è ancora con me.”

La storia racconta di Gigi e del suo papà, di come il loro rapporto non sia sempre facile. Chi è un papà? È un rifugio sicuro, un compagno di giochi, un cuoco provetto! È chi ti abbraccia forte! Ma allora quello che si arrabbia e ti rimprovera, chi è?

Una storia dolce e tenera da leggere insieme per scoprire che l’amore di un babbo per il suo bambino non passa certo per una sfuriata.

Il riassunto

Papà cuoredimela
Clicca sull’immagine per comprare il libro

Gigi è un grande osservatore e scruta il suo papà in ogni momento della giornata.

Di mattina il papà ha i capelli arruffati come un cespuglio e la barba incolta sembra un cactus. Si alza assonnato e ha l’alito pesante, ma quando esce dal bagno ha le guance lisce e nel collo si vede un piccolo pomo.

Spesso Gigi e il papà giocano insieme, e in quelle occasioni Gigi vede che muscoli ha il babbo! Il babbo sa soffiare via il dolore quando Gigi si fa male e a volte diventa un cuscino su cui dormire al sicuro. Altre volte si trasforma in un cuoco fantastico e prepara buonissime torte di mela. Le sue mani sono calde e profumate di mela.

A volte il babbo perde la pazienza e mette in punizione Gigi. In quei momenti le sue mani non sono più calde e accoglienti ma diventano come fulmini. Quando si arrabbia, la voce del babbo sembra un tuono.

In quei momenti Gigi ha paura e scappa in un posto lontano, in cerca di un papà più buono e paziente. Ma un tuono non dura per sempre. All’improvviso torna la quiete e un profumo di mele richiama Gigi da quel luogo lontano.

Presto la rabbia e la paura passano e il le mani del babbo tornano calde. in quei momenti, Gigi vorrebbe che suo babbo avesse mille mani.

La mia recensione

Papà Cuoredimela racconta un episodio di vita quotidiana: un bimbo fa i capricci e il suo papà lo sgrida e lo manda nella cameretta in punizione. I fatti sono raccontati dal piccolo Gigi e il suo racconto è influenzato dai sentimenti di Gigi per il suo papà.

C’è un “prima”, in cui Gigi è orgoglioso del suo babbo: lo vede forte, premuroso, divertente. Poi succede qualcosa: il babbo perde la pazienza e sbotta. Durante la sgridata il babbo perde i tratti umani e tavola dopo tavola si “imbestialisce”: le sue braccia diventano sproporzionatamente lunghe, la pelle del volto si ricopre di peli, così come le mani.

Anche “dopo” la sfuriata il babbo resta una bestia, e in quel momento capiamo che Gigi è ancora arrabbiato col suo papà e non l’ha perdonato per averlo sgridato e messo in punizione.

Nelle tavole illustrate di Klaas Verplancke troverete la luce e il gusto del Nord Europa. L’uso dei colori enfatizza i passaggi emotivi di Gigi: il verde erba descrive la serenità dei due che giocano insieme a calcio, l’arancione e il giallo il calore della cucina invasa dal profumo della torta di mele, il grigio e il blu dominano nelle tavole che raccontano la tensione, la rabbia, l’allontanamento tra padre e figlio. Caldi sono i colori della riconciliazione. Anche le espressioni e i gesti dei protagonisti sono immediatamente e facilmente comprensibili dai bambini.

La scheda editoriale

  • Titolo: Papà Cuoredimela
  • Aurore: Klaas Verplancke
  • Casa editrice: Fatatrac
  • Età di lettura: dai 5 anni
  • Consigli di lettura: Per tutti i bambini che vogliono scoprire qualcosa di più del fantastico mondo dei papà

Se vuoi leggere Papà Cuoredimela puoi cercarlo sugli scaffali della Sala Ragazzi della biblioteca pubblica più vicina a casa tua e chiederlo in prestito.

In alternativa, puoi comprarlo su Amazon https://amzn.to/3bpeHa3.